La Granduchessa Maria Vladimirovna inaugura una nuova statua dello zar Nicola II in Crimea

Data: 
16 – 19 maggio 2016
Il Capo della Casa Imperiale Russa, la Granduchessa Maria Vladimirovna e suo figlio il Granduca Georgii Mikhailovich, sono arrivati in Crimea in occasione dei 100 anni trascorsi dall'ultima visita dello zar Nicola II.
 
La Granduchessa Maria Vladimirovna ha inaugurato un nuovo busto in bronzo dedicato all’imperatore Nicola II, nella città di Jevpatorija, uno dei principali porti del Mar Nero.
 
La Crimea è stata un luogo di vacanza per i Romanov, che hanno costruito lussuosi palazzi estivi nella zona. Tra questi il Palazzo di Livadija, la residenza estiva dello zar e della sua famiglia.
 
Le Loro Altezze Imperiali stati accolti all'aeroporto di Simferopol da una delegazione di alti funzionari della Crimea e dai rappresentanti delle autorità della Crimea.
La granduchessa e suo figlio sono stati informati sulla situazione attuale in Crimea, così come sulle prospettive di sviluppo nei settori socio-economici, culturali ed altro.
 
La Granduchessa Maria si è anche recata a Sebastopoli per visitare il cimitero memoriale Bratskoe, la Chiesa di San Nicola, la Cattedrale di San Volodymyr, e l'argine del Balaklava.
 
La Granduchessa, insieme con i funzionari della Crimea, ha preso parte ad alcuni eventi dedicati alla giornata della memoria delle vittime della deportazione dei tartari di Crimea.
Lo stesso giorno c'è stato l'incontro con il rappresentante plenipotenziario del Presidente della Russia nel distretto federale di Crimea, Oleg Belaventsev.
 
La Granduchessa ha poi incontrato il capo del Parlamento della Crimea Vladimir Konstantinov, e quindi ha aperto una mostra al Palazzo Vorontsov della città di Alupka.
 
La Granduchessa Maria Vladimirovna aveva visitato la penisola nel settembre 2013, nel quadro degli eventi dedicati al 400° anniversario della dinastia dei Romanov. Durante questa visita SAI era stata ospite al ricevimento di gala al Palazzo Livadia, dove avevano partecipato numerosi rappresentanti di famiglie reale europee.