Il messaggio di Natale 2019 del Re Carlo Gustavo XVI di Svezia

Data: 
25 dicembre 2019
Sua Maestà il Re Carlo XVI Gustavo di Svezia ha consegnato il suo messaggio di Natale alla Nazione, che è una tradizione ricorrente nella radio svedese dal 1973.
Nel 2007, il discorso è stato anche trasmesso per la prima volta nella televisione svedese.
 
Ecco il messaggio tradotto in italiano :
 
Cari svedesi, in patria e all'estero, tutti in Svezia !
 
Ieri, il giorno prima della vigilia di Natale, ho avuto la gioia di riunire i miei figli e nipoti a Drottningholm per celebrare il compleanno della regina. È così che inizia il Natale nella nostra famiglia.
 
Per la maggior parte delle persone nel nostro paese, il Natale è una vacanza speciale, circondata da tradizioni. Non importa quale sia il tuo fine settimana di Natale e dove lo trascorri, spero che ti dia del tempo per riflettere.
 
In pochi giorni, le campane suonano per un nuovo anno e un nuovo decennio. Venti è ancora un foglio non scritto.
Sappiamo che affrontiamo delle sfide. Tutti noi qui in Svezia, nelle nostre immediate vicinanze ed a livello globale.
 
Vediamo come il crimine di vario genere crea insicurezza nella nostra società. Esplosioni e sparatorie destano preoccupazione pubblica, una preoccupazione condivisa da me e dalla mia famiglia.
 
Nel nostro mondo, la situazione della politica di sicurezza sta cambiando rapidamente. Nel prossimo anno verrà implementato il Total Defense Exercise 2020, il più grande esercizio degli ultimi 30 anni da parte della preparazione civile e militare della Svezia.
 
Il clima continua a cambiare, il che ci introduce a situazioni completamente nuove. L'ultimo decennio sembra essere il più caldo da quando si è iniziato a misurare.
Qui in Svezia, il clima secco e caldo ha favorito la rottura della corteccia dell'abete rosso; un piccolo scarabeo, che ha arrecato gravi danni alle nostre foreste di abeti rossi. In un clima mutato, il rischio di attacco può aumentare.
 
Le ondate di calore e le inondazioni che si sono verificate in precedenza, forse una volta al secolo, ora stanno cominciando a verificarsi regolarmente, con gravi conseguenze per l'approvvigionamento di cibo e acqua, tra gli altri. Questo vale non ultimo per le parti più povere del mondo.
 
Questo è il caso, ad esempio, in India, dove la regina e io abbiamo recentemente condotto una visita di stato. Il paese è gravemente esposto alla siccità e all'inquinamento atmosferico ed è stato istruttivo vedere come lavorare per trovare nuove soluzioni, anche in collaborazione con Svezia e aziende svedesi.
 
Qualcosa che mi ha fatto piacere personalmente è stato che con questo viaggio abbiamo seguito le tracce dei miei antenati: durante gli anni 1910 e 1920, sia mio nonno Gustaf Adolf che suo fratello il Principe Vilhelm avevano fatto lunghi viaggi in questo affascinante paese.
 
Forse è inevitabile che la cronaca sia caratterizzata da ciò che è negativo e drammatico. Allo stesso tempo, ci sono forti ragioni per provare speranza e fiducia nel futuro. Vorrei cogliere l'occasione per evidenziare alcuni di questi motivi.
 
Durante lo scorso anno, io e la mia famiglia abbiamo incontrato polizia, doganieri e altri rappresentanti della magistratura. Ho anche avuto il privilegio di visitare le forze svedesi dell'ONU in Mali. Ci sono persone che lavorano duramente per la sicurezza degli altri. A volte in condizioni molto impegnative. Il loro senso del dovere è una risorsa inestimabile per il nostro paese.
 
Un'altra forza positiva è la ricerca, che porta avanti lo sviluppo. Questo può applicarsi ai nuovi metodi di trattamento per le malattie gravi. Nuovi modi per ridurre l'impatto sull'ambiente e sul clima. O un'efficace riduzione della povertà - che, per inciso, è stata oggetto del premio economico di quest'anno in memoria di Alfred Nobel.
Ogni giorno vengono fatte nuove scoperte che ci danno le chiavi per un futuro più sano e sostenibile.
 
Vorrei anche dire qualcosa sui bambini ed i giovani svedesi e su tutti coloro che lavorano con loro. Sono convinto che ogni essere umano debba essere visto. Altrimenti, dovresti fare qualsisi cosa per essere visto.
È quello che Hjalmar Söderberg ha scritto in Doctor Glas: “Volete essere amati, non ammirati, senza paura, senza protezione e disprezzo. Si deve dare alla gente una sorta di sentimento. L'anima trema per il vuoto ".
 
Ecco perché è così importante che ci siano quelli che lavorano per colmare questo vuoto. Penso a tutti voi insegnanti e dirigenti che aiutate i bambini e i giovani a trovare il proprio posto - credendo in se stessi e nelle proprie capacità. I vostri sforzi sono cruciali per il futuro della Svezia.
 
Infine, vorrei anche inviare un saluto speciale a tutti voi che lavorate oggi e durante i fine settimana. Chi è in ospedali e stazioni di polizia. Nelle forze armate, assistenza agli anziani e trasporti pubblici - e in molti altri luoghi di lavoro. Vi assicuri che la nostra società funzioni anche quando gli altri sono liberi. A Voi voglio dire : grazie !
 
All'inizio di quest'anno ho preso la decisione di delimitare quella che viene chiamata la Casa Reale. La decisione significa che è stato chiarito chi all'interno della famiglia reale fungerà da rappresentante ufficiale della Svezia in futuro. Per me, questo è un modo per chiarire quali sono le aspettative.
Spero che possa essere utile quando i miei nipoti alla fine si distingueranno per il loro futuro. Ma, quel giorno, è lontano.
 
In questo momento, la regina e io non vediamo l'ora di trascorrere del tempo con la famiglia. Ora abbiamo sette piccoli nipoti, tra uno e sette anni. Non è sempre così tranquillo e silenzioso, ma molto divertente !
 
Con questo auguro a tutti nel nostro Paese un continuo Buon Natale, un Felice Anno Nuovo - e una forte fiducia nel futuro !

 

VIDEO