Il paese più connesso ad internet è la Danimarca, Italia al 36simo posto

Opinione di Italia Reale: 

Il paese più connesso alla rete è la Danimarca, Italia al 36° posto.

Nelle prime 12 posizioni della classifica ci sono 9 Monarchie e 3 repubbliche.

E' stato pubblicato il nuovo rapporto dell'International Telecommunications Union (Itu) che evidenzia i Paesi con il più alto numero di accessi a Internet da computer e smartphone ed il livello di capacità della popolazione nell’utilizzare la rete e le nuove tecnologie. Nel rapporto risulta che nel 2014 i Paesi più ricchi hanno incrementato la diffusione di connessioni alla rete del 3,3% mentre i Paesi in via di sviluppo hanno riportato un incremento dell’8,7%.

Il Paese più connesso del mondo è la Danimarca, seguita dalla Corea del Sud e dalla Svezia. Ai primi posti figurano poi l'Islanda, Gran Bretagna, Norvegia, Olanda, Finlandia, Honk Kong, Lussemburgo, Giappone e Australia. 

Visto che solo pochi anni fa Honk Kong era una colonia del Regno unito, si vede che nelle prime 12 posizioni ci sono 9 Monarchie e 3 repubbliche. 

L'Italia ne esce molto male: solo 36°, dietro a paesi come Emirati Arabi, Qatar e Barbados, e lontana dalle posizioni delle nazioni dell'Europa occidentale. Tra i Paesi Ue, dopo l'Italia, ci sono la Croazia al 37°, quindi la Grecia, Lituania, Repubblica Ceca, Portogallo, Polonia e Slovacchia. 

In Europa l'Italia continua ad essere uno dei paesi peggiori, e questo scarso primato è grave perchè Internet non è solo un utile strumento che permette di vendere/comprare beni, servizi o intrattenimento ma è un bene comune per tutte le persone.
 

Internet deve essere inteso come un bene di pubblica utilità, indispensabile per realizzare la Libertà di espressione e di opinione, per avere accesso ai fatti di attualità, alla conoscenza, alla cultura.

Fonte: 

La Danimarca e' il Paese piu' connesso del mondo, mentre l'Italia rimane stabile al 36mo posto, ampiamente preceduta da Gran Bretagna, Germania e Francia. E' quanto emerge dal rapporto dell'International Telecommunications Union (Itu). Sul podio, dopo la Danimarca, spiccano la Corea del Sud al secondo posto e la Svezia al terzo, seguite da Islanda e Gran Bretagna. Hong Kong e' il primo Paese asiatico, al nono posto, e gli Stati Uniti si attestano al 14mo. Tra i Paesi Ue, dopo l'Italia, ci sono la Croazia al 37mo posto, la Grecia al 39esimo, la Lituania al 40mo, seguite da Repubblica Ceca, Portogallo, Polonia e Slovacchia. All'ultimo posto della classifica c'e' la Repubblica Centrafricana, preceduta da Niger, Ciad ed Eritrea.

L'indice e' calcolato tenendo conto degli accessi a Internet da fisso e smartphone e delle capacita' della popolazione di utilizzare la rete e le nuove tecnologie. L'uso di Internet sta aumentando nel Paesi in via di sviluppo, con una crescita dell'8,7% nel 2014, rispetto a un +3,3% dei Paesi piu' ricchi.

Dallo studio emerge che il 90% di 4,3 miliardi di persone che ancora non hanno accesso alla rete vive nei Paesi in via di sviluppo. (AGI)