IL GIORNALE ITALIA REALE MAGGIO GIUGNO 2018

ITALIA REALE MAGGIO GIUGNO 2018

Il Giornale Italia Reale

autore: 
italia reale

Comitato di Redazione

Da quasi 50 anni Italia Reale è la testata dei monarchici italiani e di tutti coloro che intendono informarsi su un giornale libero!
 
Se non avete ancora contribuito è il momento più opportuno per farlo, seguendo le indicazioni sotto riportate: 
Occorre inviare un contributo che si quantifica, in via del tutto indicativa, in € 25,00 a mezzo bollettino di conto corrente postale, intestato a: 
argomenti: 
anno: 

13 giugno 1946: 72 anni fa cominciava l’esilio di re Umberto II

Dopo che il 10 giugno 1946 la Corte di Cassazione ha proclamato i risultati del referendum, che davano vincente la repubblica sulla monarchia italiana, era stato rimandato al 18 giugno il giudizio definitivo su proteste, reclami,

Le Notizie Reali


In questa sezione riportiamo alcune notizie di attualità sulle Monarchie proveniente da tutto il mondo.

Il Re Harald V e la Regina Sonja di Norvegia sono attualmente in visita di Stato di tre giorni in Argentina, accompagnati dal Ministro degli Affari Esteri, Ine Eriksen Soreide, dal Direttore del Commercio Norvegese, To
Dopo essere stata in Cina con suo marito, il Re Guglielmo Alessandro, la regina Ma

Pagine

Riflessioni di Italia Reale


In questa sezione segnaliamo alcuni contenuti selezionati dal web, aggiungendo le nostre riflessioni o commenti in merito

L'opinione di Italia Reale:

Il paese più connesso alla rete è la Danimarca, Italia al 36° posto.

Nelle prime 12 posizioni della classifica ci sono 9 Monarchie e 3 repubbliche.

L'opinione di Italia Reale:

In Romania assistiamo ad un significato e positivo momento storico in cui per la prima volta un presidente eletto riconosce pubblicamente i torti subiti dalla Famiglia Reale perpetuati

L'opinione di Italia Reale:

Non possiamo che essere d'accordo con i concetti espressi da Papa Francesco nel suo intervento al Parlamento europeo di Strasburgo.

L'opinione di Italia Reale:

I mezzi di informazioni, che sono nelle mani del potere oligarchico europeo, nascondano la forte vittoria del partito euroscettico alle elezioni in Polonia. Inoltre i ritardi nella pubblicazione dei risultati definitivi hanno alimentato i sospetti che il voto sia stato truccato.
 
Il motivo di questo silenzio è che queste elezioni sono un ostacolo all'avvicinamento della Polonia all’adozione dell’euro e potrebbero diventare un elemento di destabilizzazione per tutta la UE.
 

Pagine