società

PRIMO : NON DANNEGGIARE L'ISTITUZIONE

autore: 
Roberto Vittucci Righini

Sul numero di marzo di “Italia reale”, sotto il titolo
“Per l’Italia e la Monarchia” ho espresso il mio pensiero sull’attività che i monarchici italiani devono svolgere se vogliono essere partecipi della vita politica della Nazione anzichè - come adesso - semplici spettatori.

Ora mi preme esaminare un altro punto cruciale che non riguarda più il ruolo che spetta ai monarchici quale componente viva e non mummificata della Nazione Italia o, se vogliamo, della supernazione Europa, bensì la personificazione del nostro ideale politico.

anno: 
mesi: 

PER L'ITALIA E LA MONARCHIA (E ALTRO)

autore: 
Roberto Vittucci Righini

Non riesco a comprendere e vorrei che qualcuno mi spiegasse come si possa essere utilmente monarchici avendo quale unico fine il promuovere o partecipare a intitolazioni di strade a Membri defunti di Casa Savoia, a Sante Messe in memoria, a banchetti con o meno raccolta di fondi per opere di beneficenza, a collette indirizzate allo stesso fine (nell’aberrante idea che la propaganda monarchica debba limitarsi alla beneficenza quasi che la Monarchia sia un’“opera pia”, nelle cui strutture per dementi bisognerebbe invece rinchiudere chi lo sostiene), conferenze commemorative di antiche e passa

argomenti: 
anno: 
mesi: 

Pagine